• Pietro INGENITO

l'attuale Valle dei Mulini


La Valle dei Mulini che conosciamo oggi è solo una parte di quella che è stata in piena attività fino a due secoli fa e che per circa sei secoli è stato un distretto industriale dove circa 30 mulini erano impiegati nel macinare grano in enormi quantità. Per una serie di fatti storici e politici, con l'avanzamento del progresso tecnologico e l'utilizzo di nuove fonti energetiche a metà del 19' secolo iniziò, il progressivo abbandono dei vecchi sistemi di macina a cui segui l'urbanizzazione di Gragnano con la costruzione di pastifici e abitazioni civili che fu poi concausa della perdita di alcuni mulini di cui si sono perse completamente le tracce.

Ad oggi dei mulini dalla sorgente Forma fino al mare ne sono rimasti solo 13 di cui alcuni di proprietà pubblica ed altri privati.

Il danno al patrimonio storico è stato fatto e il dispiacere per aver perso un pezzo della nostra storia ci impone di dedicarci a quello che è rimasto in piedi anche se in condizioni pessime per evitare ulteriori danni non più tollerabili.

Quando si parla di Valle dei Mulini quindi si fa riferimento al tratto iniziale di oltre due chilometri che va dalla sorgente fino a dove è ubicato lo storico Presepe di Gragnano. Oggi è questa la nostra Valle, il luogo da rivalutare da far rivivere e da presentare al mondo intero.

0 visualizzazioni