Mulino Porta Castello di Sopra

Il nome prende origine dal fatto che si trova appena fuori di una delle porte della terza cinta muraria del borgo da dove parte un vecchio sentiero che portava proprio al Castello. E’ il Mulino dove è possibile ammirare la bellezza architettonica dei canali e dell'acquedotto ed quello che meglio ci fa comprendere il riutilizzo dell'acqua con canali di scarico che alimentato il Mulino Grasso e successivi. Fu costruito su un terrapieno artificiale e prova ne è la parete che parte dal livello del piazzale fino al letto del fiume. Oltre al mulino, c'era anche un altro locale in cui veniva lavato il grano prima di essere macinato. Anche questo mulino ha un tetto a botte, anche se in seguito fu coperto di terreno e reso piatto, per avere una superficie livellata su asciugare il grano. Questo mulino è stato soggetto ad un'opera di riqualificazione do ve è stato ricostruito a scopo didattico l'intero sistema di macina.

Il disegno laterale è lo spaccato tecnico del mulino. Si vede bene il sistema di funzionamento dell'insieme, La doppia ruota dell'acqua e la diversa dimensioni della colonna d'acqua nel serbatoio 

© 2017 by Ingenito Pietro - www.valledeimulinigragnano.it