È provvista di due Torri di diametro e dimensioni diverse, la più piccola è ad imbuto che era un modo per aumentarne la pressione dove c’era minore capacità di accumulo. Questo perché la sua posizione immediatamente sotto la sorgente consentiva di essere rifornita in continuazione. L'altra Torre invece era delle dimensioni medie degli altri mulini.

Anche in questo caso le ruote di macine erano due, perché l'acqua arrivava nella camera da due uscite opposte e da come erano fatte potevano essere azionate in una sola direzione.

Mulino Tavola della Forma

© 2017 by Ingenito Pietro - www.valledeimulinigragnano.it